• Consorzio Sale della Terra ETS Via San Pasquale,49-51-53 82100 Benevento consorziosaledellaterra@gmail.com
  • Apertura Uffici: Lun-Ven: dalle 9.00 alle 19.00 Apertura Store: Lun-Sab: dalle 9.00 alle 13, dalle 16 alle 20
  • La piccola ONU

    Quando la pandemia ha iniziato a soffiare non potevamo proprio credere che nel mese di marzo, il mese in cui la storica pasticceria Russo si prepara, da oltre 47 anni, a sfornare migliaia di zeppole, avremmo dovuto chiudere la saracinesca.
    Nei primi giorni abbiamo ragionato a lungo per capire come provare a resistere, abbiamo pensato a tutto, ma poi man mano che i numeri del contagio aumentavano e la disciplina si faceva più stringente, abbiamo dovuto capitolare.
    La Zeppolina della Pasticceria Russo (Benevento) è stata chiusa dal #9marzo fino al giorno in cui le norme regionali ci hanno di nuovo consentito di vendere con la modalità della prenotazione e dell’asporto: gli inizi di maggio, dunque.

    In questi quasi due mesi abbiamo sentito vicino lo Stato in due precise occasioni: quando ci ha riconosciuto la cassa integrazione ai lavoratori e quando ci ha riconosciuto il prestito previsto dal #DecretoLiquidità.
    La domanda di accesso al prestito l’abbiam fatta a fine aprile-.
    L’importo l’abbiam ricevuto il 13 maggio.
    Vogliamo dirlo ad alta voce, perché non sempre lo #Stato agisce così: la liquidità con un ammortamento che inizia tra due anni è stata decisiva per la nostra ripartenza.
    Noi ci aspettiamo, ci auguriamo, che tutti gli artigiani siano stati o saranno aiutati con contributi a fondo perduto, oltre che con prestiti garantiti perché i prestiti sono solo debiti protratti nel tempo, ma oggi non possiamo non gioire che in così poco tempo la nostra Banca, Banca Etica, abbia potuto riconoscerci un prestito così veloce con rate che inizieranno nel 2022.
    Ma quando ai primi giorni di maggio abbiamo deciso di riaprire la saracinesca, abbiamo avuto un altro, importante, sostegno.
    Quella mattina lui era già lì. Il signor Umberto Russo, quell’uomo generoso che – dopo averci ceduto la sua azienda per consentire a giovani e meno giovani di conservare la sua arte e lanciarla nel futuro – ha continuato ad affiancarci, trasmettendo la sua arte agli operatori del Consorzio Sale della Terra, ai beneficiari degli Sprar, alle persone che hanno creduto nel progetto, lavorandoci notte e giorno per imparare e sognare con questo uomo che per 60 anni ha impastato le zeppole facendole diventare una “firma”.
    Umberto non ha resistito al desiderio di essere accanto a noi in questa battaglia, offrendoci il suo tempo volontario. Vladimir Lesan ha costruito in quella piccola pasticceria un racconto straordinario e paziente di accoglienza e di integrazione, con Patrizia, Francesco, Irene, Theo, Julia.
    Francesca Sancin, giornalista del Tg3, l’ha chiamata “la Piccola Onu” e ci sembra che la definizione sia geniale e al tempo stesso riassuntiva del “mondo” che vive e lavora ogni giorno a via Gaetano Rummo a Benevento.
    La piccola Pasticceria Russo è un luogo dove avanzano la pace, il dialogo tra le generazioni, il buon governo, le relazioni internazionali ed interculturali, tutto mentre le mani impastano sapientemente una crema che, a detta dei clienti appassionati, dovrebbe diventare patrimonio dell’umanità proprio come il vaccino al Covid 19.
    Da Russo il vaccino c’è già: si chiama “coesione sociale”.