• Consorzio Sale della Terra ETS Via San Pasquale,49-51-53 82100 Benevento consorziosaledellaterra@gmail.com
  • Apertura Uffici: Lun-Ven: dalle 9.00 alle 19.00 Apertura Store: Lun-Sab: dalle 9.00 alle 13, dalle 16 alle 20
  • DAI BUDGET DI SALUTE AI BUDGET EDUCATIVI: UNA NUOVA SFIDA

    22 novembre 2019
    Studium 5, Via di Valesio, 24, Lecce
    Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo dell’Università del Salento

    DAI BUDGET DI SALUTE AI BUDGET EDUCATIVI: UNA NUOVA SFIDA
    Le relazioni umane al centro di una azione rivoluzionaria che da Benevento si estende a Lecce

    Dalle ore 10.00 Budget di Salute e Welfre di comunità: una sfida per le Regioni

    Dalle ore 15.00 Budget Educativi: un metodo innovativo per il dialogo tra Scuole, Territorio e Comunità Educante

    Un’intera giornata dedicata al tema dei budget di salute e budget educativi: un’azione rivoluzionaria che da Benevento si estende a Lecce, tra esperienze pregresse, nuove sfide e opportunità per le comunità.
    Promossa da “Sale della Terra Salento” e dall’associazione “Camera a Sud”, la giornata del 22 novembre è un invito a riflettere sul tema della progettazione personalizzata in due campi strategici della nostra società: la fragilità psichica e sociale e la povertà educativa adolescenziale, attraverso i progetti terapeutico – riabilitativi individuali (PTRI) e i progetti formativi personalizzati (PFP).
    Due acronimi, PTRI e PFP, che ribaltano l’idea che la fornitura di un servizio sia un’azione che si esaurisce in sé stessa e che la persona fragile e da assistere sia un “costo” per la società, affermando che invece essa diventa soggetto attivo, attraverso un processo di capacitazione.
    Un rovesciamento, dunque, del vecchio sistema del welfare della “estrazione”, della “separazione” e dei servizi, in un nuovo sistema integrato di “welfare familiare e comunitario”: quello delle relazioni, della reciprocità, della accoglienza delle fragilità personali. Un welfare che chiama alla “responsabilità collettiva” della presa in carico della persona alla quale la comunità dice “welcome”, benvenuta nella nostra vita.
    E’ su questa base che nascono i “Progetti Terapeutici Riabilitativi Individualizzati con Budget di Salute” di Angelo Righetti, psichiatra “discendente diretto” di Franco Basaglia, insieme a Mariano Longo, Direttore del Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo dell’Università del Salento; Rodolfo Rollo, Direttore Generale della Azienda Sanitaria Locale di Lecce; Paola Angelelli Docente di “Psicologia generale”, nell’Università del Salento; Angelo Moretti, Presidente della Rete di Economia civile “Sale della Terra”; Paolo Pellegrino, Consigliere Regionale e Vice Presidente della Commissione Sanità della Regione Puglia. Modererà l’incontro Gabriella Debora Giorgione, Giornalista.

    Sul modello dei PTRI nascono i “Progetti Formativi Personalizzati con Budget Educativi”, destinati agli adolescenti nella fascia 14-17 anni che si trovino in situazioni di povertà educativa, che è principalmente povertà ed esclusione sociale e che costringe tanti ragazzi a vivere una condizione di “perdita di chance di futuro” con una conseguente perdita di senso personale e allontanamento dalla vita sociale e aggregativa.
    Del Progetto PFP – che è stato selezionato dall’Impresa sociale “Con i Bambini” agli esiti del “Bando adolescenza” – parlerà Angelo Moretti, Coordinatore di progetto e Presidente della Rete di Economia civile “Sale della Terra”, nella sessione pomeridiana della giornata insieme a Vincenzo Melilli, Dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Lecce; Silvia Miglietta, Assessora al Welfare del Comune di Lecce. Modererà l’incontro Gabriella Debora Giorgione, Giornalista.
    I Media hanno un ruolo importante, strategico, nella diffusione, seppur attenta e critica, delle esperienze e delle best practises in tema di inclusione, fragilità, esclusione sociale: il “si può fare” deve essere contagioso, altrimenti vincerà sempre il messaggio negativo del “lascia stare”. Il nuovo nucleo “Welcome” che sta nascendo nella nostra terra feconda di Puglia ha, pertanto, bisogno anche di voi.

    Annotazione stampa

    Nasce “Sale della Terra Salento”
    A Lecce sta nascendo la sede salentina della Rete di Economia civile “Sale della Terra” dell’omonimo Consorzio. E’ diretta da Fabio GARRISI, per anni Direttore amministrativo della sede madre, leccese di origini, che ha accettato la sfida di “farsi sale” nella sua terra. “Camera a Sud” una realtà molto radicata nei temi sociali salentini, che sta affiancando “Sale della Terra Salento” in questa fase di start-up che si annuncia faticosa ma densa di impegni e di nuove relazioni da stringere.
    CONSORZIO “SALE DELLA TERRA”
    Il Consorzio “Sale della Terra” nasce l’11 luglio 2016, frutto della condivisione di obiettivi di quattro cooperative sociali e agricole: Il Melograno, Delfini di Terra, Lentamente, La Solidarietà.
    Nel corso degli anni il Consorzio “Sale della Terra” ha visto la crescita della propria compagine, con l’adesione di altre cooperative e imprese unite dall’obiettivo di contribuire, attraverso l’impegno quotidiano, alla crescita sociale, economica e soprattutto valoriale del nostro Paese.
    Il Consorzio “Sale della Terra” si caratterizza per un’azione eterogenea nell’ambito del turismo sociale, dell’artigianato sociale e dell’agricoltura coesiva, mediante la creazione di fattorie sociali e la realizzazione di laboratori che vedano protagonisti giovani artigiani, persone con disabilità, migranti e detenuti.
    La produzione diretta ed indiretta del Consorzio “Sale della Terra”, predilige l’esaltazione delle peculiarità dei territori, che hanno deciso di essere accoglienti per chi c’è e chi arriva.

    Le radici della mission del Consorzio “Sale della Terra” affondano nelle relazioni tra persone, nell’idea di un’azione cooperativa e di solidarietà sussidiaria sia verso i nostri clienti, instaurando un continuo e proficuo rapporto di fiducia e collaborazione, sia verso lavoratori e lavoratrici, valorizzando la partecipazione, il contributo e la creatività, con uno stile improntato all’ascolto e al confronto.
    L’inserimento lavorativo e la crescita professionale, con l’interessamento dei piccoli territori, avviene anche attraverso la forma socio-imprenditoriale della Cooperativa di Comunità, formata da persone autoctone e migranti usciti dal circuito di accoglienza Sprar, persone con disabilità e detenuti.
    Il Consorzio “Sale della Terra” mette a disposizione del territorio un generatore di welfare partecipativo, ponendo al centro la relazione tra le persone e tra le persone e il territorio, dove queste conducono la propria vita. Il modus operandi del Consorzio “Sale della Terra” è caratterizzato dal concetto di rete, affinché le realtà che si riconoscono nell’idea di una nuova visione dell’economia, che supera quella neoclassica, con una maggiore importanza ai fattori immateriali, dove il rapporto tra Stato e privato non è conflittuale, ma di co-programmazione e co-programmazione e dove il cliente non è un semplice consumatore, ma un cittadino-consumatore, decidono di agire in modo complementare.
    Dal 1 ottobre 2019, “Sale della Terra” ha dato ad una nuova esperienza in Salento nella città di Lecce, l’apertura della nuova sede operativa si inserisce in un percorso generativo intrapreso dal Consorzio: sperimentare le buone prassi di bene comune, rispettando le diversità e vocazioni territoriali. In questa nuova sfida, “Sale della Terra” condivide il cammino salentino con l’APS Camera a Sud di Lecce, con la quale condivide non solo il luogo fisico di lavoro, ma anche strategie di innovazione sociale da sperimentare.

    CAMERA A SUD
    L’associazione CAMERA A SUD ha come obiettivo la promozione dei diritti umani e dei rapporti interculturali e si propone di creare occasioni di incontro e aggregazione tra persone, al fine di svolgere la funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’idea dell’educazione permanente di carattere esperienziale. I principali ambiti di intervento sono: la progettazione sociale e culturale, la formazione, le campagne di comunicazione, l’ideazione e la promozione di politiche attive di sviluppo territoriale nel rispetto dell’ambiente. Da Ottobre 2018, coordina le attività di mediazione culturale e comunicazione nell’ambito del progetto F.A.R.I., che prevede azioni mirate di tutela della salute dei richiedenti e titolari di protezione. Realizzato con le ASL di Taranto, Lecce e Brindisi, il progetto è finanziato con Fondo PON Legalità. Dal 2017 CAMERA A SUD collabora nella gestione del Centro Multiculturale Crocevia di Lecce, vincitore del bando PIN “Pugliesi Innovativi” della Regione Puglia, nel settore innovazione sociale. Uno spazio creato per favorire l’inserimento e la valorizzazione dei migranti nel tessuto sociale di una piccola città del Sud.